È iniziata l’attività sportiva al Sacro Cuore

Sono un paio di sabati e domeniche che al Sacro Cuore c’è una insolita e sorprendente vivacità.

Lo sforzo che la parrocchia sta facendo intorno ad un investimento oneroso (la costruzione degli spogliatoi per lo sport in oratorio) e non sempre compreso da alcuni parrocchiani, sta cominciando a mostrare il suo prevedibile frutto migliore: aggrega bambini e adulti, educa attraverso lo sport, favorisce le relazioni, sviluppa senso di appartenenza, stimola all’esercizio della responsabilità verso le persone e le strutture. In una parola fa vivere.

Allora vorrei dire grazie a chi dalla prima ora e poi cammin facendo ha condiviso il progetto “Sport in oratorio” ; vorrei dire grazie a quanti fin qui con il contributo del proprio tempo, con il contributo in danaro, con il contributo della passione e della preghiera hanno sostenuto e reso possibile ciò che ora vediamo sul nascere; vorrei invitare gli scettici, quelli delle “altre” priorità a toccare con mano che questo intervento è finalizzato ad una vera pre-evangelizzazione e ad una vera attenzione per gli ultimi ed i poveri.

Torno ad offrire, perché le parole e i progetti rimangono carta solo per l’incuria della gente che li incarna, alla nascente Caritas della comunità pastorale la nuova struttura per dar vita ad un progetto che chiamiamo “docce” per i senza fissa dimora; un servizio che sappiamo non esserci in Abbiategrasso e che spero possa trovare l’appoggio anche di quanti si riconoscono nell’azione sociale a favore degli ultimi e anche delle istituzioni cittadine preposte alla gestione del bene comune.

don Gianluca