Questo papa piace

Con sorprendente semplicità e disarmante umiltà papa Francesco continua a piacere e a far arrivare a tutti dei messaggi semplici e diretti. Attraverso una fede che si concretizza nei detti popolari trasmessi dai nonni (è di domenica la citazione della sua nonna “il sudario non ha tasche”), attraverso una fede che si concretizza nei gesti di una straripante umanità (fermare l’auto per scendere e salutare tra le migliaia di pellegrini in p.zza San Pietro un gruppetto di connazionali riconosciuto tra la folla).
Proprio come fu per San Francesco di Assisi che solo tra i cristiani riuscì ad arrivare alla presenza del sultano Ottomano senza farsi sgozzare e ottenne da lui il lasciapassare per le terre d’oriente per tutti i suoi frati (è questa l’origine storica della custodia di Terra Santa affidata ai frati francescani), così papa Francesco apre i nostri cuori fino a penetrarli nel profondo per metterci dentro l’annuncio della Buona Notizia di Gesù.
Il “mondo” è però astuto. Cerca di seminare il sospetto. Avverto il pericolo di chi si accosta con le logiche mondane alla Chiesa e rischia di idolatrare la persona di papa Francesco, senza comprendere il ministero che ella compie; e così addirittura si arriva a sostenere uno scontro tra il papa Francesco e la Chiesa istituzione, si arriva a sostenere una impossibile amicizia e comunione tra papa Francesco e il suo predecessore emerito Benedetto XVI. Si vuole, mi pare, far apparire papa Francesco una “anomalia” per non arrendersi a quell’ideologia che ci porta ad avere quel pregiudizio anticlericale e contro la chiesa che oramai è nel DNA dell’uomo moderno.
A tutti ricordo che papa Francesco è dono dello Spirito Santo che ha agito attraverso la Santa Madre Chiesa. A tutti ricordo che papa Francesco viene da una storia personale che dice sempre amore e servizio per la Chiesa di Dio. Ricordo a tutti che quella straripante umanità che noi oggi ammiriamo in papa Francesco e quella autentica fede che oggi ci commuove è frutto di quel paziente lavoro di educazione che Dio ha espresso nei suoi confronti attraverso la Santa Madre Chiesa presente anche là, in quella fine del mondo, da dove lo Spirito ha chiamato uno dei suoi figli per confermare nelle fede di tutti gli altri.